Paolo
Caressa

Dopo aver conseguito la laurea e il dottorato di ricerca in matematica si è occupato per qualche anno di ricerca pura e docenze universitarie (facoltà di Ingegneria) per poi passare al mondo dell’industria, prima come consulente IT, poi come quantitative analyst nel campo della finanza e del risk management, per tornare infine al mondo IT come project manager, business analyst, consulente su metodologie, tecnologie, innovazione e formazione. Ha pubblicato due libri di storia della matematica (AlphaTest), un testo universitario di matematica (UAM) e diversi articoli scientifici, divulgativi e didattici su riviste di vario tipo. Tiene conferenze su argomenti fra matematica, IT e data science. Si occupa anche di formazione ed educazione, tenendo corsi sia in ambito professionale che come docente a contratto presso la facoltà di Ingegneria dell’Università “La Sapienza”.

   
TECH | 16 Nov 2017

Algoritmi di deep learning: cosa sono e come funzionano?

Reti di neuroni artificiali e modelli semplificati del cervello umano
Nella Guida galattica per autostoppisti, Douglas Adams ci parla di un supercomputer costruito con lo scopo di trovare la risposta alla domanda fondamentale sulla vita, l’universo e tutto quanto. Dopo sette milioni e mezzo di anni di elaborazioni, il computer fornisce la risposta: 42. Si deve quindi costruire un altro computer per capire quale sia la domanda fondamentale, ma questa è un’altra storia. Qui ci interessa ricordare il nome del computer che rispose 42: Pensiero Profondo (Deep Thought). Quest’uso dell’aggettivo “deep” anticipa di[…]